We love Italy

Un gongolìo stordito e derviscio tra la vetrina delle paste da colazione, gli òvi di cioccolata Caffarel, quello dei bigné e l’uscita, da conquistare dopo una domenicale e professionale abbuffata di tutto. 

– Che le do, signora? 

– E che mi dà… o signora, e si fa prima a dirmi quel che non mi dà. E mi dia un po’ di tutto, via.

Bambine, siamo in una pasticceria, il tempo italiano del piacere. Magnate e godete, quelli sono bigné con la crema alla cioccolata, quelli accanto con la crema di zabaione, poi di crema pasticcera. 

– Magnate, sporcatevi e godetene, che a Berlino questi bigné ce li sognamo. 

E le pargole hanno eseguito alla lettera come due soldati svizzeri, mentre il giovane Alain Delon si sbriciolava il golfino pasquale di brioscina, e rideva felice.

Annunci

One thought on “We love Italy

  1. nishangainberlin ha detto:

    la prima cosa che viene alla mente: ..ma come ho fatto a sopravvivere senza? Bentornaste!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mammamsterdam

Unica, imprescindibile, imponderabile, inevitabile Mammamsterdam da oggi anche in formato monodose e nuova confezione migliorata

Germania

Opinioni di un freelance

Baby Blues

diario di un film

Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Z bzem

Cukier albo bez

Fidicins

da Cracovia a Berlino, passo passo

boostapazzesca

tre metri sotto er laurentino pittrentotto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: