Così piccoli e così malefici

quando una mamma fa tutto tutto per la sua bambina, le compra tutto quello che vuole, sta sempre con lei, anche se lavora non arriva mai in ritardo, insomma vive per lei – lungo sguardo assorto in un trasceso attimo di beata-lei-chissà-che-vita-fantastica – sbaglia.
sbaglia? La mamma non sa se ascoltare le parole, leggere lo sguardo dell’infanta stupenda e tremenda, oppure, se direttamente azzannarla al collo e nell’indecisione fa finta di nulla.
sbaglia perché poi lei – quella-meravigliosa-beata-lei-baciata-da-una-fortuna-divina-simile – non impara a fare da sola.

Ecco, che lei di notte si sognasse di cambiare famiglia maman lo sapeva, ma che il desiderio avesso sconfinato ormai la soglia del giorno e del pensiero a voce alta, no, ecco, questo ancora no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mammamsterdam

Unica, imprescindibile, imponderabile, inevitabile Mammamsterdam da oggi anche in formato monodose e nuova confezione migliorata

Germania

Opinioni di un freelance

Baby Blues

diario di un film

Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Z bzem

Cukier albo bez

Fidicins

da Cracovia a Berlino, passo passo

boostapazzesca

tre metri sotto er laurentino pittrentotto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: