Notti difficili

-Basta bimbe con questi teatrini della sera, non ne posso più. Dormire è una cosa normale, possibile si debba sempre fare qualcosa di strano? E quella dorme qui e l’altra dorme di là, e poi insieme, e poi separate, e poi si piange. Basta. Dormire bene è importante, la giornata è stata lunga, abbiamo fatto tante cose, adesso si va a letto e si dorme, è importante dormire bene, per essere riposate e andare domani a scuola senza sbadigli. Capito? Ovvia, giù, riposatevi e dormite. Buonanotte.

Questo concetto del dormire, che l’è una cosa normale e importante perché di notte uno si riposa, non è ancora passato nella testa delle fidicinette piccine. In compenso, quando arriva la sera, maman e il Gignolino piccolino non vedono l’ora di tuffarsi sotto le lenzuola bianche a fiorellini e abbracciati, avvinghiati, dormirsela di brutto, russicchiando pure un po’. C’è chi dice ‘molto’, ma sono voci maligne.

Riposarsi una sega ha pensato maman a mezza voce, dopo un po’, molto poco. Arriva la sera e uno si addormenta, no? Eh, magari. Peccato che appena chiusi l’occhi la casa fidicina sia stata invasa da papà Bakunin che portava 45 ospiti. 45! Che entravano uno dietro l’altro e bisognava cucinare, sistemare, mettere in tavola. E ma non c’è nemmeno il pane. Il vino? No, vino non ce n’è. E papà Bakunin sorrideva allegro, non c’è problema, dai, figurati, il vino l’han portato loro.

Certo, era un sogno, proprio uno di quelli che aiutano il riposo, eh sì, li brevettano anche.

Se i sogni son desideri? Oddio, anche no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mammamsterdam

Unica, imprescindibile, imponderabile, inevitabile Mammamsterdam da oggi anche in formato monodose e nuova confezione migliorata

Germania

Opinioni di un freelance

Baby Blues

diario di un film

Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Z bzem

Cukier albo bez

Fidicins

da Cracovia a Berlino, passo passo

boostapazzesca

tre metri sotto er laurentino pittrentotto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: