Acque figliole

La vita scorre. Scorre anche senza la mamma, che passa due notti fuori di casa, tra persone deliziose che ragionano sulle parole, sul linguaggio, sulle rime. Scorre per conto suo, scorre come un ruscello svizzero, che scorre sempre. Le amiche festeggiano comunque i compleanni, la mattina si mangiano comunque i cereali, la sera si va comunque a letto e il gattino aiài è comunque sempre piccolo, e adora giocare, comunque. Forse qualcosa scorre un po’ diversamente, forse c’è un sapore strano, nuovo, magari non è nemmeno spiacevole sapere che la mamma non c’è, che torna lunedì. O forse no. Forse quelle acque giovani sono così fresche e così in buone mani che non trovano neanche il tempo di rendersi conto che la mamma non c’è.
Loro sono un fiume, sono liquide, sono in discesa e c’è la forza della vita che le muove.
Sì, ora peró la un la fate lunga, io domani ritorno, eh! E guardate di non aver fatto troppo casino, eh?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mammamsterdam

Unica, imprescindibile, imponderabile, inevitabile Mammamsterdam da oggi anche in formato monodose e nuova confezione migliorata

Germania

Opinioni di un freelance

Baby Blues

diario di un film

Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Politica e storia degli Stati Uniti

Z bzem

Cukier albo bez

Fidicins

da Cracovia a Berlino, passo passo

boostapazzesca

tre metri sotto er laurentino pittrentotto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: